La nostra chiamata alla santità

Mar 23, 2024

Voglio parlarvi della Chiamata alla Santità di Serra. E’ una delle tre tavole della nostra Missione Serra. C’è molto di più di quanto si possa pensare! La sua importanza è troppo spesso sottovalutata dai serrani. In realtà, è il punto di partenza per creare una cultura delle vocazioni, una cultura delle vocazioni dentro di noi.

Dunque, l’appello di Serra alla santità…

La santità consiste nell’essere più simili a Dio. Troppi cattolici oggi pensano che la santità sia solo osservare i 10 comandamenti e andare a Messa la domenica. Questa visione “minimalista” non è ciò che è la santità. C’è di più nella santità che semplicemente “non essere cattivi”. Ce lo dice Gesù nella parabola delle pecore e dei capri. Alla fine dei tempi raduna tutte le persone e le separa in quelle alla sua destra e quelle alla sua sinistra. Quelli alla sua destra li accoglie nel regno dei cieli per le cose buone che hanno fatto; dar da mangiare ai poveri, vestire gli ignudi, visitare i carcerati, e così via. Quelli alla sua sinistra li getta nella dannazione eterna, per non aver fatto cose buone per gli altri.

Ciò che è facile trascurare è che tutti quelli con cui Gesù parlava erano peccatori. Tutti avevano fatto cose cattive nella loro vita, quelli di destra e quelli di sinistra. Eppure Gesù non si concentra su questo. Perché Gesù non era solo Dio, era anche uomo e conosce le debolezze e le tentazioni di tutti gli uomini. Egli sa che tutti pecchiamo. Quindi su cosa si concentra? Non sui nostri peccati, ma su quanto bene abbiamo fatto durante la nostra vita. C’è una frase nel rito funebre cattolico che amo che dice che quando moriamo, Dio prima ci ringrazierà per tutte le cose buone che abbiamo fatto nella nostra vita, poi perdonerà i nostri peccati, in quest’ordine. L’atto affermativo di fare il bene è ciò che la santità è veramente.

Allora, come realizzare la Chiamata alla Santità di Serra? Essere semplicemente un cattolico “minimalista” non lo fa. Ci sono tre passi che dobbiamo compiere.

In primo luogo, dobbiamo fare di Dio il Signore della nostra vita. Dobbiamo mettere Dio al primo posto! Non solo un pensiero occasionale, casuale. Non solo per un’ora la domenica. Ma un impegno totale con Dio. Il vescovo Robert Barron ci chiede: “Cristo è il Signore della vostra vita? Cristo comanda la tua vita in ogni dettaglio? È lui il Signore della vostra vita familiare? Della tua vita ricreativa? Della tua vita professionale? È il Signore di ogni stanza della tua casa, compresa la camera da letto? Ti sei completamente consegnato a lui, sotto la sua signoria?” Se Dio è al primo posto nella nostra vita, dovremmo essere in grado di rispondere “sì” a queste domande.

In secondo luogo, dobbiamo capire e credere che Dio ha creato ognuno di noi per uno scopo speciale e unico nel suo grande piano. E poiché abbiamo messo Dio al primo posto nella nostra vita, dobbiamo cercare la volontà di Dio per noi, lo scopo speciale per il quale ci ha creati. Ogni giorno che ci alziamo dal sonno, abbiamo bisogno di chiederci qual è lo scopo speciale e unico che Egli ha per noi in questo giorno, per questa stagione della nostra vita e per tutta la nostra vita. Conoscere il bene speciale che Egli ci chiede è un passo fondamentale per crescere nella santità.

Ma come possiamo conoscere il proposito di Dio per noi? Insegno catechismo a una classe di ragazzi di prima media e mi fanno sempre questa domanda. Dico loro che la preghiera regolare è importante. La preghiera è una conversazione con Dio, ma perché sia una vera conversazione, non dobbiamo essere solo noi a parlare, ma noi ad ascoltare attentamente Dio. La preghiera deve implicare un tempo silenzioso in modo che possiamo sentire Dio che ci parla. Dico loro anche di guardare ai talenti e alle capacità che Dio ha dato loro, perché spesso indicano il suo proposito per noi. Ma soprattutto dico loro di seguire il loro cuore. Dio ci parla più chiaramente attraverso i nostri cuori, non attraverso le nostre menti.

Poi, una volta che conosci lo scopo di Dio per la tua vita, devi agire di conseguenza! Impegnate tutto voi stessi per raggiungere questo scopo. Questo è il terzo e ultimo passo per crescere in santità: fare il bene ed essere più simili a Dio seguendo la Sua volontà.

Cos’è che ti ha spinto a unirti a Serra? Per la maggior parte di noi, è il posto speciale che abbiamo nel cuore per i sacerdoti e i religiosi. Questo è un segno sicuro che almeno una parte del motivo per cui Dio ci ha creati è per aiutare a realizzare la Missione di Serra. Serra non è un hobby. Non è un club sociale. È un ministero. Far parte di un Serra Club è di per sé una vocazione vocazionale speciale. San Giovanni Enrico Neuman disse: “Dio mi ha creato per rendergli un servizio definito. Ha affidato a me un lavoro che non ha affidato a un altro. Ho la mia missione”. E così fate tutti voi. Non è un caso che tu sia membro di un Serra Club. Non ci sono incidenti nel grande piano di Dio. Dio ha messo questo ministero nel tuo cuore. Questa è l’opera che Dio ti ha affidato. Riconoscilo almeno come parte dello scopo per cui Dio ti ha creato.

Agire secondo lo scopo di Dio per la tua vita richiederà il sacrificio di tempo, talenti, tesori e dell’ego, mettendo la volontà di Dio al primo posto. Ci richiederà di mettere il bene degli altri prima del nostro bene. Potrebbe essere necessario uscire dalla propria zona di comfort. Probabilmente comporterà momenti di scoraggiamento. Ti stancherai! Potresti anche essere ridicolizzato o rifiutato dagli altri. Le sfide possono sembrare enormi, quasi senza speranza, come una montagna troppo alta da scalare. Ma ricordate, Dio non ci chiede di svolgere un compito senza darci le risorse e il suo aiuto per farlo.

E di fronte a tutte queste difficoltà, renditi conto che conoscerai l’incomparabile gioia di fare la volontà di Dio, l’unica vera gioia che c’è da provare nella vita. E crescerete in santità.

Per i serrani che mettono Dio al primo posto e sono proposti dalla Missione di Serra, il cammino verso la santità è graziato. Le nostre preghiere sono le migliori preghiere! Preghiere per gli altri, non per noi stessi. Preghiere che rivolgono le nostre anime verso gli altri piuttosto che verso noi stessi.

E mentre la preghiera è il fondamento di tutto ciò che facciamo, la vera preghiera ci chiama quasi sempre a qualche tipo di azione, specialmente le preghiere per le vocazioni. Un Serra Club offre opportunità per quell’azione non disponibili per un individuo. Come gli eventi di apprezzamento per onorare il nostro vescovo, i sacerdoti, le suore, i religiosi e i seminaristi. Come adottare spiritualmente un seminarista. Come l’organizzazione delle Ore Sante per le vocazioni e i rosari mensili nelle parrocchie. Come distribuire immagini di preghiera per i seminaristi durante la settimana delle scuole cattoliche. Come l’organizzazione di programmi di crocifissi itineranti e calice itinerante nelle scuole e nelle parrocchie. E molti altri.

Un Serra Club è davvero l’unico modo efficace per un individuo di mettere in atto le preghiere vocazionali. Ci aiuta ad agire in base a questo proposito dato da Dio nella nostra vita.

La Chiamata alla Santità di Serra vi suona familiare? Dovrebbe. Pensaci. Mettere Dio al primo posto, discernere la sua volontà per la nostra vita e metterla in pratica con coraggio. Non è proprio questo che chiediamo di fare ai giovani che stanno discernendo una vocazione sacerdotale o religiosa?

Come possiamo chiedere loro di farlo se non siamo disposti a rispondere alla chiamata alla santità nella nostra vita? Questo è il senso della nostra Chiamata alla Santità e perché è un elemento fondamentale della nostra Missione Serra.

Ricordate ciò che disse San Paolo: Cristo è il Capo e noi, la Chiesa, siamo il corpo di Cristo. Serra è una parte importante del Corpo di Cristo. Non c’è scopo più nobile per la nostra vita della Missione di Serra.

Quindi, fate di Cristo il Signore della vostra vita, trovate lo scopo per il quale vi ha creati e impegnate tutto voi stessi nel farlo. Non essere un cattolico minimalista. Fate del bene con la vostra vita. E non c’è modo migliore per farlo che impegnarsi pienamente nella Missione Serra. Così facendo, crescerete in santità e conoscerete la gioia di Dio.

Dio benedica voi e tutto quello che fate per Serra e per le Vocazioni nella nostra Chiesa!

~Mike Downey
Serra Presidente degli Stati Uniti

Resources

كيف نما نادي ميامي سيرا أضعافا مضاعفة

كيف نما نادي ميامي سيرا أضعافا مضاعفة

إنهم يسمونها معجزة ميامي. شهد نادي سيرا في ميامي مؤخرا زيادة قياسية في العضوية بفضل الجهود المتضافرة والمتعمدة للغاية في حملة العضوية. انتقل النادي من 9 أعضاء إلى 130 في غضون أشهر ، وقال سيرانس الذي سهل الحملة إن الاتصال الشخصي هو المفتاح. فيما يلي خمسة عناصر رئيسية...

Come and See: We are All Called to Vocation

Come and See: We are All Called to Vocation

Cardinal Luis Antonio Tagle of Manila at the 80th Serra International Convention, Chiang Mai, Thailand, June 23, 2023 Our convention is a good time to reflect on the reality of vocation in the life...

The Communion of Vocations

The Communion of Vocations

Cardinal Marc Armand Ouellet at the 80th Serra International Convention, Chiang Mai, Thailand, June 23, 2023 My heartfelt thanks to Serra International for inviting me to celebrate its 70th founding...

Basilian Seminarians in Mexico

Basilian Seminarians in Mexico

An Unforgettable Trip Made Possible by International Cooperation among Serrans When a group of Basilian seminarians recently went on retreat in Mexico, several Serra Clubs came together and offered...

A Year of New Growth in 2023

A Year of New Growth in 2023

Given by Greg Schwietz at the Chiang Mai, Thailand, Serra Convention, June 22, 2023   Your Eminences, your Excellencies, Reverend Fathers, Sisters, Serrans and guests; Thank you for the...

An inviting Gift: Serra Invitation Coin

An inviting Gift: Serra Invitation Coin

For many priests, invitation was a key factor in entering the seminary —being personally asked to consider a priestly vocation. When Cardinal Thomas Christopher Collins addressed Serrans at their...

A Vision for the Year Ahead

A Vision for the Year Ahead

New Serra International President Kurt Metyko’s speech at the 2023 Convention... Your Eminences, your Excellencies, Reverend Fathers, Sisters, Brothers, fellow Serrans and guests: First, I would...

What is a Culture of Vocations?

What is a Culture of Vocations?

We use this term a lot in Serra. Creating a Culture of Vocations in parishes and dioceses is our primary strategy to achieve our Serra mission. But what does it mean? How do we know we have achieved...

Serrans Celebrate 75th Anniversary

Serrans Celebrate 75th Anniversary

By Fr. Ken Schuckman - Diocese of Wichita The Downtown Serra Club of Wichita will commemorate its 75th anniversary as a club of Serra International Thursday, March 9. In preparation for the event,...

Serra Meets: Meeting Recap

Serra Meets: Meeting Recap

At the most recent Serra Meets session, Mother Clare Matthiass, Franciscan Sisters of the Renewal (CFR), discussed her charming children’s book, The Unsolvable Problem, which introduces young...

Who is at the Center of Your Prayer?

Who is at the Center of Your Prayer?

Today's Readings The parable of the Pharisee and the tax collector going to the temple to pray was a way for Jesus to show that merely following the rules and going through the motions of...

Actions Speak Louder Than Words

Actions Speak Louder Than Words

Today's readings While many difficult decisions as well as physically and emotionally challenging acts were achieved by St. Joseph, the earthly foster-father of Jesus, he has not one speaking line...

Are You a Comfortable Catholic?

Are You a Comfortable Catholic?

Today's readings In today’s Gospel, the mother of two of Jesus’ disciples recognizes His greatness and authority. She asks Him to command her sons to sit at His right and left hand – presumably, in...

To Know Mercy

To Know Mercy

Today's Readings Throughout his ministry, Jesus urges us to strive for perfection, especially in our capacity to love and to forgive. The reason for this is simple: we fail. A lot. We make mistakes,...

The Spiritual Works of Mercy

The Spiritual Works of Mercy

Today's Readings In today’s Gospel, Jesus teaches how to pray. We call it the “Lord’s Prayer” and it covers just about everything one needs – for oneself. Still, there is prayer for others – for...